Regolamento Area di Sosta


Regolamento Area di Sosta (aggiornato il 23.12.2013)

NORME INTRODUTTIVE

Art.1 Il presente regolamento contiene le norme che disciplinano l’uso dell’area di parcheggio dei mezzi pesanti e leggeri.

Art.2 Le norme di questo regolamento si applicano ai conducenti dei mezzi che usufruiscono dell’area sulla base del ritiro del tagliando di ingresso ed e a quanti hanno stipulato un contratto per l’utilizzo periodico dei posti di parcheggio (tutti di seguito denominati contraenti) con il Consorzio AIAS Service (di seguito denominato gestore).

I contraenti saranno in ogni caso tenuti a far rispettare le norme del regolamento alle persone da esse stessi introdotte nell’area di parcheggio e risponderanno personalmente di eventuali violazioni e/o danni.

FUNZIONAMENTO E USO DELL’AREA PARCHEGGIO MEZZI

Art.1 L’ingresso del veicolo nel parcheggio comporta accettazione del presente regolamento.

Art.2 Il parcheggio è aperto 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno.

Art.3 Il contraente è tenuto a ritirare il tagliando di ingresso al momento dell’accesso al parcheggio. In caso di mancata emissione del tagliando, il contraente è tenuto ad avvisare il personale del gestore. Il tagliando di ingresso non può essere trasferito e/o ceduto ad un altro veicolo per nessun motivo.

Art.4 Per effetto del ritiro del tagliando si conclude un contratto avente ad oggetto la messa a disposizione da parte del Gestore, per l’occupazione da parte del contraente, di un’area di sosta per mezzi pesanti e leggeri senza obbligo di sorveglianza e custodia da pare del Gestore. Il tagliando convalidato è l’unico documento valido per l’uscita del veicolo.

Art.5 In caso di smarrimento del tagliando o di deterioramento tale da renderlo illeggibile, il contraente è tenuto ad esibire e sottoscrivere tutti i documenti disposti dal Gestore ai fini della sua identificazione personale e aziendale.

Art.6 All’interno’interno del parcheggio vanno osservate tutte le norme che regolano la circolazione dei veicoli.

Art.7 E’ assolutamente vietato:

  • accendere e utilizzare fuochi;
  • effettuare lo scarico ed il deposito nelle aree di parcheggio di oggetti di qualsiasi tipo, specie se infiammabile;
  • parcheggiare veicoli che presentino perdite di qualsivoglia liquido o sostanza dai serbatoi o da altre componenti o che presentino comunque difetti che possano arrecare danno al parcheggio; nel caso si verificassero tali eventi il contraente ha l’obbligo di avvertire immediatamente il Gestore; i costi derivanti dalla pulizia e dall’eventuale bonifica, compresa l’eliminazione di assorbenti (rifiuti speciali), saranno addebitati al contraente che li ha resi necessari;

Art. 8 Al fine di consentire il sollecito espletamento di qualsiasi operazione di parcheggio, il contraente ha l’obbligo di ottemperare alle eventuali istruzioni o richieste del personale del Gestore o della Guardiania.

Art. 9 I veicoli frigoriferi possono essere parcheggiati negli stalli predisposti nell’apposito settore.

PAGAMENTO E FATTURAZIONE

Art.1 La tariffa per l’uso del parcheggio è quella esposta al pubblico all’entrata dell’area di parcheggio.

Art.2 Il pagamento del corrispettivo del parcheggio nella forma oraria sarà pagato al momento del prelevamento del mezzo dall’area di sosta, mediante denaro contante. Il mancato pagamento del corrispettivo determina il diritto del Gestore di trattenere il veicolo sino alla regolarizzazione.

Art.3 Il pagamento del corrispettivo del parcheggio nella forma mensile sarà pagato anticipatamente al momento della stipula del relativo contratto.

RESPONSABILITÀ E DANNI

Il gestore non è responsabile del veicolo parcheggiato, né di quanto in esso contenuto, né per incendio, furto, incidente, investimento e ammaccature provocate da terzi all’interno del parcheggio, il diritto al risarcimento sarà esercitato dal danneggiato nei diretti confronti dell’utente che lo ha causato, restando esclusa ogni responsabilità a carico del gestore del parcheggio, salvo l’ipotesi di colpa o dolo dei suoi addetti. In tali circostanze, il danno deve essere portato a conoscenza del Gestore, il quale non ha alcun obbligo di sorveglianza dei veicoli parcheggiati e, pertanto, non è responsabile per danni e furti consumati o tentati ai mezzi parcheggiati o agli accessori degli stessi, e dei danni presunti all’interno dei veicoli su tappezzerie, accessori, cristalli, guarnizioni, serrature ed ogni oggetto contenuto all’interno del veicolo.

Le aree di parcheggio e le relative attrezzature debbono essere utilizzate adottando la massima cura e diligenza; eventuali danni saranno riparati dal Gestore ed oggetto di richiesta risarcitoria al responsabile. In nessun caso il Gestore risponde dei danni causati da un uso dell’area di parcheggio che sia in contrasto con le norme che disciplinano il regolamento dell’area di sosta.

DANNI AGLI AUTOMEZZI

Il gestore non risponde dei danni cagionati ai mezzi parcheggiati da altri automezzi appartenenti alla clientela.

OGGETTO DEL SERVIZIO

Presso il parcheggio è installato un sistema di videosorveglianza al solo fine di garantire la sicurezza e la salvaguardia del patrimonio aziendale del Gestore e di prevenire atti illeciti ed ogni forma di pericolo per l’incolumità delle persone.

Le immagini vengono conservate esclusivamente dal personale addetto alla gestione del parcheggio riferibile al Gestore e vengono cancellate entro le 24 ore dall’avvenuta registrazione, salvo necessità di ulteriore conservazione disposta dal responsabile del trattamento dati ai fini di documentare illeciti o fornire supporto per denunce o indagini delle Forze dell’Ordine. Le immagini sono consultabili solo dal personale addetto alla gestione del parcheggio per lo svolgimento delle attività di competenza.

RIMOZIONE VEICOLI

Il gestore ha diritto di rimuovere il veicolo a spese del contraente nel caso in cui:

  • il veicolo sia carico di merce per la quale deve essere preventivamente richiesta l’autorizzazione all’ingresso da parte del Gestore e la stessa non sia stata richiesta o concessa;
  • il veicolo non sia munito di assicurazione obbligatoria;
  • il contraente abbia violato le norme di questo regolamento.

TUTELA DELLE PERSONE – TRATTAMENTO AI FINI AMMINISTRATIVI DEI DATI PERSONALI

Art.1 Ai sensi e per gli effetti di quanto disposto dal D.lgs n. 196/2003, il Gestore si impegna a far sì che tutti i dati personali forniti dal contraente e comunque connessi con il presente atto siano oggetto di trattamento, automatizzato e non, esclusivamente per le finalità gestionali e amministrative inerenti l’adempimento di contrattuali e legali.

Art.2 Il conferimento dei dati è necessario per l’assolvimento delle predette finalità ed in difetto non sarà possibile realizzare in tutto o in parte le finalità di cui all’art. 1.

Art.3 I dati saranno utilizzati dal Gestore solo con modalità e procedure necessarie al perseguimento delle finalità indicate.

Art.4 I dati potranno essere comunicati ad enti pubblici e/o privati, in Italia ed all’estero, competenti e titolati rispetto a quanto oggetto del presente regolamento per le medesime finalità di cui all’art. 1.

I soggetti che possono venire a conoscenza dei dati personali sono i responsabili e gli incaricati da questi ultimi autorizzati a compiere le operazioni di trattamento necessarie o comunque connesse agli adempimenti gestionali e amministrativi del presente regolamento. I dati non saranno oggetto di diffusione

Art.5 La comunicazione può avvenire solo ai sensi degli artt. 23 e 24 del Decreto e nei limiti di cui all’art. 25 del medesimo.

Art.6 Il gestore dichiara che, in relazione al trattamento dei dati, il contraente ha il diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati che lo riguardano e la loro comunicazione in forma intellegibile, di ottenere l’indicazione dell’origine, delle finalità e modalità del trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; il contraente ha inoltre il diritto di aggiornare, rettificare, integrare, cancellare ed opporsi al trattamento dei propri dati personali, nonché tutti gli altri diritti riconosciuti dall’art. 7 del Decreto nei limiti ed alle condizioni previste dagli artt. 8,9 e 10 dello stesso.

Art.7 Per i trattamenti effettuati dal Gestore il Titolare è il Consorzio AIAS Service, il responsabile è